Mercurio di Giambologna

 

Giambologna
Fusione a cera persa in bronzo statuario
da calco eseguito sull'originale
dalla Fonderia Artistica Ferdinando Marinelli
 
Altezza: 180 cm.
 
Vedi biografia ed altre opere dell’autore

Descrizione

Il Mercurio è una delle opere più celebri e più replicate dallo stesso Giambologna, emblema della scultura manierista, concepita per essere ammirata da ogni punto di vista. L’Artista l’ha creato mentre spicca il volo divino sostenuto da Zefiro.
Questo modello risale al 1580 e fino al 1780 decorava la Villa Medici Roma, dove Ferdinando de’ Medici lo aveva voluto come coronamento di una fontana di breccia, al centro della scala posta tra il sontuoso giardino e la loggia d’ingresso al corpo di fabbrica principale.
Venne poi portato agli Uffizi di Firenze e nel 1865 è passato al Museo Nazionale del Bargello.
Il calco da cui deriva la fusione a cera persa in bronzo statuario, è stato eseguito direttamente nel 1938 da Ferdinando Marinelli Sr., ed è ancora oggi conservato nella collezione della Fonderia Artistica Ferdinando Marinelli

Cercava altro?

Contatti per aiuto nella ricerca